domenica, luglio 17th, 2011 | Autore: webmaster

L‘Ordine Francescano Secolare di Sicilia, è  ora su Facebook. Accedi

25-26-27 settembre 2015: Bologna. Festival Francescano 2015.
26 settembre 2015: Bologna Capitolo Nazionale delle Stuoie. Comunicare le adesioni al Segretario Fabrizio Lombardo entro il 18/9/2015, tramite e-mail fabrizio.lombardo@alice.it

Categoria: Evidenza
martedì, agosto 25th, 2015 | Autore: webmaster

Anche quest’anno nel giorno della festa, si è svolto il VII Pellegrinaggio regionale alla tomba di San Ludovico IX, padrono dell’Ordine Francescano Secolare, custodita all’interno del Duomo si Monreale. Molti i francescani secolari giunti da tutta la Sicilia e in particolare dalla zona di Agrigento chiamata quest’anno ad offire l’olio per la lampada. Suggestivo il festoso corteo per la vie di Monreale delle numerose fraternità giunte con i propri stendardi che si è concluso all’interno del Duono con una celebrazione presieduta da Fra Enzo Marchese ministro provinciale dei frati cappuccini di Palermo. Come di consueto la celebrazione si è conclusa con l’accensione della lampada presso l’altare di San Ludovico e l’atto di affidamento al patrono dell’Ordine Francescano Secolare  di tutte le fraternità di Sicilia da parte del Ministro Regionale Nino Calderone.

Categoria: In Fraternità
lunedì, agosto 24th, 2015 | Autore: webmaster

Da giovedì 24 a domenica 27 settembre p.v., Gangi torna a vestire medievale con la VIII edizione di Vivere in Assisi 2015, grazie anche all’impegno dei francescani secolari della locale fraternità San Antonio Abate. Un evento culturale imperdibile inserito nel panorama delle rievocazioni medievali più belle di Sicilia, con il patrocinio del Pontificio Consiglio della Cultura, del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, della Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata e le Società di Vita Apostolica, della Pontificia Università  Antonianum e dell’Officina Studi Medievali. La manifestazione permette al visitatore di viaggiare nel tempo, di ritrovarsi immerso nel cuore della Sicilia e allo stesso tempo catapultato nell’Assisi del 1200; essa coniuga, in una singolare sinergia, teatro, arte e musica sotto le stelle, sul palcoscenico straordinario dei vicoli acciottolati di un piccolo borgo medievale che sorge dalla roccia. Ganci con i suoi incantevoli scorci naturali e le sue bellezze architettoniche, rimaste immutate nel tempo, costituisce il suggestivo scenario all’interno del quale rivivere la storia di San Francesco d’Assisi e il suo cammino spirituale di Speranza, insieme a luci e ombre di un periodo storico che non smette di affascinare e incuriosire. Per vivere pienamente l’atmosfera del tempo, sarà anche possibile pranzare e cenare (previa prenotazione nelle rispettive strutture ricettive) con un ricco menù, studiato con cura, che consentirà di assaporare una vasta scelta di piatti dell’epoca, semplici e saporiti, preparati rispettando le ricette originali, serviti in cocci di terracotta e accompagnati da tipiche bevande e da ottimi vini rossi delle nostre terre. Nel corso delle giornate, sino a inizio manifestazione, sarà possibile visitare il Sistema museale di Gangi. Verranno proposte inoltre delle visite guidate alle chiese, in particolare alla Chiesa Madre, all’interno della quale è possibile ammirare il famoso Giudizio Universale, capolavoro di Giuseppe Salerno, detto lo “Zoppo di Gangi”, e la cripta, dove sono custoditi i corpi imbalsamati, con particolari tecniche di mummificazione, di un centinaio di sacerdoti, vestiti con abiti talari e stole pastorali, oggetto recentemente di studi scientifici da parte dell’Università degli Studi di Palermo.

I biglietti della manifestazione sono già disponibili online sul sito ufficiale www.vivereinassisi.it.

Categoria: Evidenza
mercoledì, agosto 05th, 2015 | Autore: webmaster

La fraternità Maria SS. delle Grazie di Gela ha organizzato un incontro di pastorale familiare francescana presso il club nautico di Gela, prendendo spunto dalle parole di Papa Francesco “è vitale che oggi la Chiesa esca ad annunciare il Vangelo a tutti, in tutti i luoghi, in tutte le occasioni, senza paura …”.
I relatori dell’incontro sono stati il Prof. Tonino Solarino e il Vescovo di Piazza Armerina S.E. Mons. Rosario Gisana.
L’incontro è stato arrichito dalla presenza: del Ministro Provinciale dei Cappuccini della Provincia di Siracusa Fra Gaetano La Speme; del Ministro Regionale dell’Ordine Francescano Secolare di Sicilia Nino Calderone.
Il Tema trattato è stato “L’amore è respnsabilità: tutto per amore e nulla per forza”.

Categoria: In Fraternità
giovedì, luglio 16th, 2015 | Autore: webmaster

Con grande gioia Salvatore e Angela Macca, nostri missionari in Cile, annunziano la nascita della loro secondogenita Soave!
Ci uniamo con immensa goia al grande evento augurando ogni bene e accompagnandoli con la preghiera

Categoria: CE.MI.OFS
lunedì, luglio 13th, 2015 | Autore: webmaster

“Cerco il tuo volto: a piedi verso Assisi”. È il titolo della Marcia Francescana di quest’anno, l’evento francescano che da 35 anni raduna ad Assisi centinaia di giovani dai 18 ai 33 anni, provenienti da tutta Italia e da alcune parti d’Europa. Un viaggio a piedi che, dal 25 luglio al 4 agosto, li condurrà nel cuore del francescanesimo, attraverso un cammino sia fisico che spirituale, e la riflessione sul “viaggio interiore” della propria vita. E la meta finale è l’arrivo a Santa Maria degli Angeli in Assisi il 2 agosto, per poter vivere la Festa del Perdono. Maggiori informazioni sul sito ufficiale  www.marciafrancescana.it. A tutti i giovani marcianti… buon cammino!

Categoria: CONSIGLIO NAZIONALE
domenica, luglio 12th, 2015 | Autore: webmaster

Si è concluso da poco il secondo consiglio congiunto OFS-GI.FRA., il consiglio si è svolto nel suggestivo convento di Cappuccini di Mazzarino (CL) in un clima di fraternità, di preghiera e condivisione.

FRATERNITA’ vissuta con il consiglio GI.FRA. e con la fraterità locale dell’OFS e della GI.FRA., prezioso il servizio svolto da quest’ultimi nell’organizzazione delle giornate di consiglio.

PREGHIERA vissuta come primo momento di comunione, che è Gesù Cristo e la sua Parola.

CONDIVISIONE di alcuni eventi con la GI.FRA. per il prossimo anno fraterno.

Categoria: CONSIGLIO REGIONALE
martedì, maggio 05th, 2015 | Autore: webmaster

ANNO STRAORDINARIO DELLA MISSIONE

A TUTTI I FRANCESCANI SECOLARI D’ITALIA

A TUTTI I GIOVANI FRANCESCANI D’ITALIA

L’esperienza che viviamo alla sequela di Cristo sulle orme di san Francesco, chiama ciascuno di noi ad acquisire lo stile della povertà per donare tutto ciò che abbiamo, senza desiderare altro. Leggi tutto.

Categoria: CONSIGLIO NAZIONALE
lunedì, febbraio 23rd, 2015 | Autore: webmaster

Prot. 025/ IV / 2015

Termini Imerese, 18 Febbraio 2015   Mercoledì delle Ceneri

AI MINISTRI LOCALI OFS

ALLA CONFERENZA REGIONALE DEGLI ASSISTENTI

AL PRESIDENTE REGIONALE DELLA GIFRA

AI FRANCESCANI SECOLARI

Amatissimi Fratelli e Sorelle il Signore vi dia Pace!Con il rito dell’imposizione delle ceneri, oggi inizia il cammino quaresimale, e avverto forte ildesiderio di raggiungervi nelle vostre fraternità. In questo periodo incontreremo Gesù che neldeserto pensa alla propria vocazione di Messia, accettando il cammino che il Padre gli haproposto. Egli riflette su questo suo cammino e poi lo attua lottando contro Satana, che cercadi indirizzarlo su di un altro cammino. Come Gesù anche noi meditiamo sulla nostra vocazionefrancescana e su come concretizzarla con le nostre vite. Gesù nel deserto non prega solo, maprende la decisione di seguire nella missione che sta per iniziare la volontà del Padre,nonostante Satana lo spinga a fare diversamente.Per questo tempo vi propongo la riflessione su tre verbi uscire ‐ incontrare ‐ donarsi. Tre verbiche siamo chiamati ad imparare a declinare nella vita di tutti i giorni e che ci permetteranno diseguire Gesù in cammino verso Gerusalemme.USCIRE da noi stessi, dalle sicurezze acquisite, dalla pigrizia, dalla comodità, dalle piccoleschiavitù quotidiane.INCONTRARE gli altri, i diversi, nelle “periferie esistenziali” indicate da Papa Francesco, quelliche normalmente si evita di incrociare anche solo con lo sguardo. Incontrare per essereincontrati, per conoscer meglio se stessi, per rivelarsi ed accogliere la rivelazione dell’altro.Incontrare coloro che stanno sulla soglia o in ricerca, al fine di condividerne gli interrogativi e ledomande di senso.DONARSI lasciandoci “cadere” senza timore, come chicchi nella terra, per aprire la nostravita a prospettive nuove che solo l’educazione al dono può generare. Donare il proprio tempo,che è la nostra vita, le cose che la riempiono di nulla, la propria libertà che è reale solo secondivisa con qualcuno. Donare per poter esistere veramente, perché solo il dono ci hagenerati e ci genera alla vita.Lasciarsi educare da Gesù alla gratuità come stile di vita, significa rimanere alla scuola della suaPassione per divenire “esperti” in amore e “professionisti” del dono, veri discepoli di coluiche non ritenne un privilegio l’essere come Dio, ma svuotò se stesso (…) facendosi obbedientefino alla morte e a una morte di croce (Fil 2,6‐8). Gli stessi suggerimenti di Papa Francesco nelsuo messaggio quaresimale sono del tutto declinabili con i nostri tempi: “ascoltare il grido deiprofeti” come stimolo a vincere l’apatia; “lasciarsi servire da Cristo e così diventare come lui”servitori gli uni degli altri; “varcare la soglia per porsi in relazione” con tutti, senza pregiudizio, e“diventare isole di misericordia in mezzo al mare dell’indifferenza”.A noi il compito uscire dalla “globalizzazione dell’indifferenza” per sentirci sempre più fratelliuniversali e prossimi a chi è nella prova e soffre, andando oltre ogni egoismo con nuovi stili divita. Buona Quaresima!

Antonino Calderone – ministro regionale Ofs

Versione stampabile

Categoria: In Fraternità
venerdì, dicembre 26th, 2014 | Autore: webmaster

Prot. 021 /IV/2014

Termini Imerese,  21 Dicembre 2014     IVa Domenica di Avvento

«A quanti l’accolsero, diede il potere di diventare Figli di Dio!» (Gv. 1,12)

AI MINISTRI LOCALI OFS

ALLA CONFERENZA REGIONALE DEGLI ASSISTENTI

AL PRESIDENTE REGIONALE DELLA GIFRA

AI FRANCESCANI SECOLARI

Amatissimi Fratelli e Sorelle il Signore vi dia Pace!Quando nel 1223 San Francesco d’Assisi celebrò a Greccio il Natale con un bue ed unasino ed una mangiatoia piena di fieno, egli scopriva l’umanità di Gesù. Se un Dio si è fattouomo, questo significa che l’uomo ha un’alta dignità. In Gesù troviamo il vero uomo, da lui devepartire il nuovo umanesimo. Di fronte all’avanzare della barbarie, di fronte a nuove povertà edisuguaglianze, di fronte ad uno sfruttamento cieco del creato, che mette a repentaglio lastessa sopravvivenza, l’augurio per il Natale è quello di “riconoscere” e di “accogliere” GesùCristo come il senso e la pienezza di ogni realizzazione della vita umana, come l’azione di Diosalvifica, definitiva e per tutti, in un atteggiamento di profonda solidarietà con l’umanità.Natale è Gesù che entra nella vita degli uomini ‐ nella vita di ciascuno di noi ‐ è Gesù cheviene a portarci speranza, anzi Lui è la speranza. Augurarci buon Natale è dirci “c’è Gesù connoi” per regalare speranza a tutti, a dirci di non arrenderci, di non dire mai basta. E poi Gesù èanche tenerezza, e proprio perché siamo provati dalla vita, sentiamo questa carezza che ilBambino viene a farci. Questo Dio che si fa Bambino ci smonta proprio per poterci dare la Suatenerezza e farci sentire capaci di amore da ricevere e di amore da dare.Come Cristo venne nel mondo nella semplicità e povertà della grotta di Betlemme, cosìpossa, oggi e sempre, rinascere nella nostra quotidianità per illuminare la nostra vita con la sualuce, scaldarla col suo amore, riempirla con la sua pace.  Se accolgo Cristo e il Vangelo, allora cresce la LUCE; diminuiscono le tenebre; fiorisce lavita, la libertà, la gioia, la speranza; avverto che in me aumentano: vita nuova, capacità diamare, spirito di servizio, ricerca della mia vocazione, offerta della fatica e della sofferenza,desiderio di migliorare il mondo e di prepararmi alla vita piena.Gesù che nasce sia gioia per tutti; consolazione per chi è solo; conforto per chi è neldolore; sostegno per chi vive situazioni di crisi; coraggio per chi è nella disperazione;misericordia per chi è schiacciato dal proprio peccato.A tutte le fraternità e a ciascuno l’augurio e la preghiera perché Cristo, che nasce nelmondo, diventi la vera luce che illumina il cuore e la mente di ogni persona che lo cerca e perrispondere al suo amore infinito.A nome mio personale e dell’intero Consiglio Regionale rivolgo un Buon Natale ed un Sereno Anno Nuovo sui passi di Elisabetta, Ludovico, del Padre San Francesco e della Madre Chiara!

Nino Calderone – Ministro Regionale Ofs

Categoria: In Fraternità
martedì, dicembre 09th, 2014 | Autore: webmaster

In questo“tempo di Avvento” che ci viene donato è più che mai opportuno riflettere sulla quotidianità dell’Avvento e sulla fraternità come segno perenne di esso; sulla fecondità e il coinvolgimento a cui si è chiamati per rendere concreta la propria vocazione. Scarica la circolare rivolta a tutti i francescani secolari.

Categoria: Senza categoria