Il Cardinale Matteo Maria Zuppi presidente della CEI

    Categoria: Eventi Pubblicato: Giovedì, 26 Maggio 2022 Scritto da gestione

    Il Cardinale Matteo Maria Zuppi nominato presidente della CEI

    Sua Eminenza il cardinale Matteo Maria Zuppi, arcivescovo di Bologna, è stato nominato il 24 maggio 2022 presidente della Conferenza episcopale italiana.

    L’Ordine Francescano Secolare di Sicilia con il suo Ministro Carmelo Vitello e il Consiglio Regionale rende lode a Dio Altissimo e manifesta grande gioia e stima per la nomina di S. Em. il Card. Matteo Maria Zuppi, Arcivescovo di Bologna, a Presidente della Conferenza Episcopale Italiana.

    Nell’assicurare al neo Presidente la preghiera da parte di tutto l’Ordine Francescano Secolare e nel porgere gli auguri più cari di buon servizio nel nuovo incarico, ringrazia Papa Francesco per questa nomina. Nello stesso tempo porge sentiti ringraziamenti a S. Em. il Card. Gualtiero Bassetti che ha guidato la Conferenza Episcopale Italiana negli ultimi anni. Tutti i francescani secolari di Sicilia apprezzano la profonda umanità, il solerte servizio nella Chiesa e la delicata sensibilità per il bene del creato avendola avuta come ospite illustrissimo alla Scuola di Formazione Socio Politica nell'aprile di questo anno. L'OFS da sempre al servizio della Chiesa come una piccola spalla umile che la sorregge, guarda a Lei come espressione della fraternità possibile e dell’attenzione verso i più poveri e la cura della casa comune. Rinnova profondo affetto e unione “nella sinodalità, nella comunione, nella preghiera”.

    Il cardinale Zuppi è nato a Roma l’11 ottobre 1955. Nel 1973, studente al liceo Virgilio, conosce Andrea Riccardi, fondatore di Sant’Egidio, iniziando a frequentare la Comunità e collaborando alle attività al servizio degli ultimi. A 22 anni, dopo la laurea in Lettere e Filosofia all’Università La Sapienza, con una tesi in Storia del cristianesimo, entra nel Seminario della diocesi di Palestrina, seguendo i corsi di preparazione al sacerdozio alla Pontificia Università Lateranense, dove consegue il baccellierato in Teologia. Ordinato presbitero per il clero di Palestrina nel 1981, viene nominato vicario del parroco della Basilica romana di Santa Maria in Trastevere, monsignor Vincenzo Paglia, succedendogli nel 2000 per dieci anni. Incardinato a Roma il 15 novembre 1988, dal 1983 al 2012 è anche rettore della chiesa di Santa Croce alla Lungara e membro del consiglio presbiterale diocesano dal 1995 al 2012. Nel secondo quinquennio come parroco a Trastevere, dal 2005 al 2010, è prefetto della terza prefettura di Roma e dal 2000 al 2012 assistente ecclesiastico generale della Comunità di Sant’Egidio, per conto della quale è stato mediatore in Mozambico nel processo che ha portato alla pace dopo oltre 17 anni di sanguinosa guerra civile. Nel 2010 viene chiamato a guidare la parrocchia dei Santi Simone e Giuda Taddeo a Torre Angela, nella periferia orientale della città; e nel 2011 è prefetto della 17esima prefettura di Roma. Poco dopo, il 31 gennaio 2012 Benedetto XVI lo nomina vescovo titolare di Villanova e ausiliare di Roma (per il settore Centro). Riceve l’ordinazione episcopale il successivo 14 aprile per le mani dell’allora cardinale vicario Agostino Vallini e sceglie come motto “Gaudium Domini fortitudo vestra”. Il 27 ottobre 2015 papa Francesco lo nomina alla sede metropolitana di Bologna e il 5 ottobre 2019 lo crea cardinale con il titolo di Sant’Egidio. È membro del dicastero per il Servizio dello Sviluppo umano integrale e dell’Ufficio dell’amministrazione del patrimonio della Sede Apostolica.

    Nomina Presidente CEI

     

                   

     

     

     

     

     

    Visite: 261